Abusata dall’età di otto anni e per tutta l’adolescenza dal nonno (Parma). Uccide il padre, pregiudicato per violenza su una tredicenne, perché lo sospetta di aver stuprato anche sua figlia (Taranto). Arrestato con l’accusa di aver violentato due nipotini, di cui uno invalido (Bergamo). L’attenzione dell’opinione pubblica è oramai da tempo puntata, giustamente, sulla impressionante serie di crimini pedofili compiuti da persone appartenenti al clero cattolico. Giova ricordare però che i responsabili della stragrande maggioranza degli abusi sono persone appartenenti alla cerchia familiare della giovane vittima. I tre casi appena citati a esempio, sono la punta di un iceberg dalle dimensioni impressionanti. La “Famiglia” tradizionale, invocata in questi giorni quale esempio di baluardo della società proprio dalle stesse istituzioni che per decenni hanno insabbiato e coperto gli scandali “clericali” in mezzo mondo, presenta un lato nascosto e dolorosissimo mai indagato a sufficienza. Specie nel nostro Paese.

[prosegue a breve su Cronache Laiche e su BabylonPost – FT]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...